Archivi tag: memoria

Un anno già

Un anno fa, più o meno, ero ad Arenzano e sentivo parlare la gente, quasi per la prima volta si può dire di questa malattia dei cinesi o qualcosa del genere. Sarei voluta tornare ad Arenzano, ma naturalmente non si … Continua a leggere

Pubblicato in #postserio, Foto, media, memoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Zona rossa (musica – Coro dell’Armata Rossa)

<<Questo>> per intenderci. Non che io voglia, ovviamente passare per una nostalgica di Stalin, e ce ne sono in giro, ma siccome, zona rossa qui significa che non puoi fare altro che passeggiare (con mascherina) o correre (senza) in zone … Continua a leggere

Pubblicato in #postserio, Innsbruck, memoria, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Al fresco

Uno dei luoghi tipici delle gite di inizio luglio, da quando ero bambina, è il colle del Piccolo San Bernardo . La strada tortuosa (adesso un po’ meno ma sempre con una ventina di tornanti) è responsabile dell’unico episodio di … Continua a leggere

Pubblicato in camminare, Courmayeur, Marmotte, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Nostalgia

Tra un’ora ci sarà, a quanto pare, il liberi tutti. Vedremo- non significa, credo, che domattina prendiamo tutti la macchina e ci fiondiamo sulla prima montagna a disposizione… in realtà probabilmente ci fionderemo alle nostre postazioni di lavoro. La rivista … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, camminare, memoria, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Dove eravamo

Avendo circa sette milioni di cose da fare, e altre sette da pensare o pianificare, più il kipple che si autoproduce, nemmeno mi sono accorta che il Papa si è dimesso . Nel senso che mio marito stava sentendo la … Continua a leggere

Pubblicato in giù dai monti via nel mondo, mariti, memoria, scrittura, storia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il mio 25 aprile

Credo che saranno le donne di una certa età, qualunque cosa questo significhi, a salvare il mondo, o almeno la nostra povera Italia (come diceva mia nonna – povr’italia tutto attaccato). Almeno questa è l’impressione che ho avuto ascoltando Pisapia … Continua a leggere

Pubblicato in giù dai monti via nel mondo, media, memoria, politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

ll Grande Longo

Sempre perché è Pasqua eccetera, un doveroso peana per il Grande Longo, che come il Grande Gatsby è uomo di molteplici talenti, di buone letture e di notevole fortuna finanziaria, modellista, sfasciatore seriale di automobili fuoriserie (che può permettersi, peraltro) … Continua a leggere

Pubblicato in memoria, viaggi | Contrassegnato , | Lascia un commento

duecento anni fa

quando all’agip di porta marengo mangiavi lo stracotto d’asino e non gli hamburger. quando portavi papà e mamma a comperare i vestiti nello stesso posto (giovannacci) e i regali da beltrami in corso roma. e otello ti dava borse di … Continua a leggere

Pubblicato in camminare, camminare in città, giù dai monti via nel mondo, Mandrognistan | Contrassegnato , | Lascia un commento

Animali

questa bella signorina inglese, un po’ sgranata, con un’altrettanto bella signorina, è Queenie. Oggi sono passata a trovare la mia amica Lia, e mentre parlavamo dello stato del mondo (marcio) e prendevamo un the, sia Queenie, sia il suo compagno … Continua a leggere

Pubblicato in cani, gatti, me | Contrassegnato , | Lascia un commento

Bar Sport Paradiso

Ho ancora un residuo di influenzina, e stamattina, guardando il quotidiano sabaudo nelle pagine dedicate al nostro Mandrognistan, (ecco l\’indirizzo, se riuscite a trovare le pagine locali complimenti) ho visto un trafiletto piccolo piccolo che annunciava la scomparsa della nonnina … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, memoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento