Cammina cammina

Nella nebbia, passo dopo passo perché la giovinezza mi viene incontro a larghi passi, ho camminato per circa otto dico otto chilometri da lunedì. In città. Andando avanti e indietro per commissioni varie o da una casa all’altra. Sarà che un’ora di step high intensity high energy non la reggo proprio più, sarà che la giovinezza di cui sopra eccetera, sarà che sento troppa musica anni 80 su radio capital, ma ho proprio bisogno di maggiore dolcezza nella mia vita. lo so sto grondando melassa. Sarà la tiroide , più prosaicamente. Persino il mio Sbatman ha preteso di acconsentire al fatto che non ce l’ho personalmente con lui se arrivo a casa con un quarto d’ora di ritardo. Mi sento molto viandante della pianura, fuori dal triste guado di questi ultimi anni (se tutta questa poesia è il mio tsh che è andato a farsi benedire un’altra volta, prendo la gatta mi copro per bene e risvegliatemi a primavera – è tutta colpa della nebbia)

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in allenamento, camminare, camminare in città. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.