Quello con le corna

Con un po’ di giravolte, ero convinta di aver scampato , almeno quest’anno, l’annuale raduno – con -parata (con il Sindaco in prima fila, chiunque fosse) della Madonnina dei Centauri. Invece, una bella foto della mia amica Ilaria Cutuli mi ha riportato indietro (molto!) nel tempo


(Foto Ilaria Cutuli) 

Quello con le corna. Rewind: quando ero piccola, e i centauri erano stanziati nei giardini pubblici, come quest’anno, tra l’altro. Andare a vedere le moto era un dovere per tutti i bambini, anche per le femmine come me che preferiva cose semoventi a quattro zampe piuttosto che su due ruote. Mio padre, che non ha mai preso la patente per l’auto, era però un appassionato, e spericolato, mi dicono, motociclista: un vespista e un guzzista. Non so perché abbia smesso, o meglio credo di sì, perché mia madre, volendo, poteva essere assai castrante; sul quando, direi quando ci siamo trasferiti in Pista, che era, ed è , un tranquillo quartiere borghese (d’accordo mi hanno scippato pure in Pista, ma questa è un’operazione nostalgia), fine Sessanta/inizio Settanta. In quegli anni, i motociclisti erano molto meno addomesticati di quelli che si vedono ora, molto più nazisti dell’Illinois o Hell’s Angels che Motoclub Arenzano. E c’era sempre qualche energumeno biondo con tanto di elmo con le corna vichinghe. Anche il signore della foto appare più paciosamente rassicurante che selvaggio, nonostante le corna. Nessuno finisce più in prigione per risse tra motociclisti alticci ( se mi ricodo la cosa con una certa precisione doveva essere frequente- noi abitavamo lì a due passi), ma ci sono sempre quelli che fanno impennare il Ciao. In ogni caso, io non ho mai avuto una moto, nemmeno un ciao. Sono passata direttamente dalla Graziella bici all’ auto, ben più pericolosa di un Ciao. In casa si scampavano i pericoli, e poi si andava in montagna.

Buon ritono comunque, signore con le corna.

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in cazzeggio, Mandrognistan, Notizie dalla Piana e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.