Sorprese

In questo periodo di frequentazioni gastrolesive e tristezza, ieri tornando da Montaldeo e immersa in pensieri tetri su zii e prozii dalle tombe un po’ trascurate , mi sono fermata alla Pasticceria Alessia a Castelletto, dove ho ulteriormente caricato sul gastrolesivo prendendo una meringa con panna, e poi smaltendo il tutto facendo un giro tra le case diroccate sotto il castello. E ho scoperto le fonti. Più di una parrebbe. Le cui acque sono potabili e a disposizione (a cinque litri per volta).


La fonte vera e propria è in ombra sulla destra e alimenta il lavatoio. Questa è la fonte Carrozza

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in Appennini, camminare, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.