Contenente, contenuto, considerazioni finali

Contenente: un portafoglio, un berretto, un paio di guanti, tre mazzi di chiavi, due chiavette USB, le caramelle, un porta documenti, con i documenti, un rossetto, un fazzoletto, un pettine, una spalla.
Contenuto:
due mattinate in questura, una ad esaminare facce lombrosianamente patibolari (unico riconosciuto con certezza: un innocuo barbone che straparla in piazza della Libertà); una ad aspettare con altri disgraziati per il duplicato della patente: all’ispettrice che mi diceva che questa città è ormai in caduta libera non ho potuto non dire che tocca a loro fare qualcosa – possibilmente non delle retate al Ribaldo cfr.articolo che certo non sono pericolose come pattugliare le strade buie;
A tutt’oggi cinque serate/ mattinate in sala gessi. Delirante, il nostro ospedale oscilla tra l’efficienza e il terzo mondo senza sapere esattamente da che parte pendere;
Una mattinata in comune, e ho riavuto la carta d’identità;
Tre telefonate e la banca ha sistemato tutto;
Tre viaggi a vuoto alla Renault per riavere la scheda dell’ auto, comprese di carro attrezzi per portare l’auto sin là – il coglione che mi ha rapinato – che possa rompersi una gamba – non si è reso conto che era parcheggiata a due metri. Da Milano hanno mandato LA SCHEDA SBAGLIATA!! Viaggetto a Lourdes? Mio marito dice che dovevo arrabbiarmi di più, ma ho già una spalla rotta, non mi resta che ridere in faccia alla sfiga.
Conclusioni finali : ricordare al mondo che alle vittime di qualcosa bisognerebbe rendere la vita più facile, ricordare alla polizia che sentirsi rispondere non abbiamo volanti in zona non contribuisce ad aumentare il civismo dei cittadini (lo so lo so hanno problemi anche loro), considerare che perdonare è al di là delle mie forze e che penso che ogni azione si giudica dalle conseguenze.
Al momento io e la Pipisita ci riposiamo un sacco…Perché quando esco, mi guardo sempre alle spalle.

20120116-192510.jpg

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in attualità, Mandrognistan, me e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.