Gallo, gallina…pollo?

Come avevo suggerito qualche tempo fa, il mio netto miglioramento coté salute al ritorno al mare lo scorso anno mi ha fatto pensare qualche giorno au bord de mer. Intanto il cielo può essere #blutrail ovunque, e io ricordavo con mia mamma poi e i miei genitori prima (molto prima) tante belle camminate. D’altro canto, tutto questo mare in inverno, tra Rapallo, Chiavari e Sanremo, che faceva bene a me, non poteva finire senza qualche camminata in alto…anche perché era già un problema portare mio padre al mare in qualunque stagione. A Rapallo d’estate, con il solleone, eravamo probabilmente gli unici a scapicollarci nei boschi sino al santuario di Montallegro, dove peraltro ci si andava in funivia, oppure in autobus, in macchina o magari in bici senza morire (no, in bici forse si moriva anche di più). Comunque mi sono trovata un residence a Mentone, ho fatto bagagli assortiti ( una pentola, cibo, vestiti, macchine fotografiche), ho sistemato i gatti, che due giorni fa facevano il diavolo a quattro e stamattina hanno mangiato a crepapelle, e sono partita non prestissimo ( ci tento sempre ma mai che ci riesca). A Masone era grigio, a Ventimiglia nevicava. Non scherzo. Nel giro di un chilometro la temperatura è precipitata da tredici a sei gradi, il cielo era nero, nella val Roya c’era la neve, e nevischiava, misto a pioggia, probabilmente nemmeno è arrivata al suolo, ma sul mio parabrezza si schiantava che era una bellezza. E tirava un ventone.

Ventone che c’era anche a Mentone, e la temperatura non arrivava a otto gradi. Sono riuscita ad aprire la cassaforte per impadronirmi della chiave del mio monolocale. E già questo è stato un successo, considerato che le mie esperienze con cassaforti serrature e affini non sono state felicissime. Dopo un rapido giro in città- semideserta- sono andata al monastero dell’Annonciade, a qualche chilometro dal centro. Non so se era il mistral, ma portava via l’ombrello e anche me. Addio camminata. Ma il monastero è in una posizione meravigliosa e la vista è favolosa.

La costruzione delle statue di agrumi della fête du Citron è in pieno svolgimento e li vedo dalle mie finestre. Animali esotici. Bollywood. Il primo si capisce, il secondo che sarà?

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in French Riviera, meteo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gallo, gallina…pollo?

  1. lepadelleperdirlo ha detto:

    Mamma mia! Sei abbastanza attrezzata per il gelo? Nel residence c’è il riscaldamento?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...