Non ci sono piú le mezze stagioni (signora mia)

Ma le mezze stagioni – o l’estate a ottobre, a me ammazzano. Oggi c’erano 26 gradi e io che stavo sputando bronchi davanti alla cassiera dell’Esselunga, mi son vista offrire un sucaj. Cara. Brutto segno. Non perché sono uscita con la febbre, che ho da giovedì sera, non troppo alta, insomma la solita febbriciattola, perché abbiamo finito le medicine in due e l’unica farmacia aperta è quella di largo Catania, dove quando arrivi scopri di avere trenta persone davanti. Non perché devi fare la spesa, e lo hai chiesto a tua cognata, che però dato che non hai soldi spicci, non è così entusiasta di anticiparli sino a lunedì. Non perché tuo marito non uscirebbe nemmeno sotto minaccia di morte. Ma perché al primo bacillo che passa, magari espulso da una cara collega in sala professsori – e non sto dicendo cara in senso sarcastico, è davvero una cara persona, ma giovedì non stava proprio benissimo -diciamo che era messa come me- mi vede e mi si avvinghia. Io però sono troppo vecchia per seminare batteri in giro alla mia età. O in altre parole, l’eroina l’ho fatta a vent’anni, quando persino il preside, vedendomi, mi mandò a casa (e avevo un’infezione batterica  ai linfonodi che ci vollero tre settimane di punture a mandar via) Poi certo, esco per comperare le sigarette al mio martirio, con la febbre. Grazie signor Fossati, che sei aperto 365 giorni l’anno, anche la mattina di Natale. Il pomeriggio no, misericordiosamente. Chissà se si va in pensione dal matrimonio o c’è un’implacabile Fornero anche lì.

Però questa volta sto facendo quel che si fa davvero quando si è malati. Cioè niente. Guardo telefilm sul tablet, dormo, leggo,gratto uno qualunque dei gatti e poi grido se si azzuffano. Poi mi metto a tossire e loro smettono:i gatti odiano il rumore della tosse. O guardo le foto di montagna nei gruppi su facebook. Pensieri montani, Noi che amiamo le montagne, Passione montagna – augury Gabry ! – uno dei miei siti di riferimento, Il comune di Carcoforo, loveVDA, iMontBlanc, Valle d’Aosta immagina, Montagne delle valli Lanzo ,Orco, Soana. E ce ne saranno di sicuro delle altre. Poi Nardi, Confortola, Barmasse, Anker, ecc. Così mi viene la depressione. Tutte queste persone che salgono di qua e di là- a parte la salute, come fanno a lavorare?


Un raro momento di pace, con Piede (Mano era in vacanza- ha ha) e maglietta di papà . Montagne niente.

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in altro, AndyCapp&Flo, cazzeggio, gatti, mariti, matrimonio, sfiga, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...