In crisi nera ( ma non per il mio andare in montagna)

Torniamo in montagna …finalmente, posto che riesca a trovare un network a cui connettermi (il mio router è andato – sto scrivendo dal lavoro e non so come andrà)

Nemmeno le foto posso inviare, ma quelle si trovano già nella mia galleria. Dunque le gole di Gondo, in Svizzera. Visto che sto scrivendo in situazione di fortuna, avrò  pensieri di fortuna.

– Non conoscevo la punta settentrionale del mio Piemonte, e ho fatto male, la zona mi è molto piaciuta, a metà tra la bassa Val di Sua e la Val d’Adige. Pensare che mia zia ha passato trent’anni di vacanze tra Crodo e Bognanco.

– Ho fatto il tratto tra Gabi e Gondo, o quasi, partendo da metˆ, ossia dalla Alte Kaserne, ora museo napoleonico. La cartina igp non è precisissima, ma ci sono molti cartelli indicatori, in tedesco, ma comprensibilissimi. Il tratto più spettacolare è dalla caserma verso Gondo, dove il sentiero è una passerella metallica, ben protetta, ma proiettata direttamente sopra il torrente. La vertigine c’è e io di solito non soffro particolarmente di vertigini. (al ritorno è passata, ma all’andata sono andata con i piedi spettacolarmente di piombo) Per contro verso Gabi, il sentiero è piuttosto aereo in un paio di tratti scoperti di sfasciumi: sospetto che sia una conseguenza della neve di quest’inverno

– e c’era gente pure l“, il che è sempre una consolazione, anche se era un giorno feriale. Potessi prendermi sempre le vacanze a giugno o a settembre. Invece no, gli insegnanti sono costretti ad intrupparsi con il gregge del ferragosto, con tutto il rispetto. E quest’anno che ho un fiume di maturandi, rischio di non farmi nemmeno i 35 giorni come da contratto nazionale.

– c’era ancora neve, in molti punti a nord, e i torrenti erano gonfi d’acqua.

– la Svizzera è diversa, e non solo perché la benzina costa meno (ho fatto il pieno a Gondo); le infrastutture della ss.33 ( e della ferrovia) dopo il confine parlano da sole: sono tutte arrugginite.

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in camminare, escursioni, meteo, montagna e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.