In montagna finalmente

Giovedì sono andata in montagna, finalmente. Sono tornata in montagna, mentre mio marito lavorava senza sosta giovedì pomeriggio ( anziché stare in casa ad accudire la gatta, che solitamente si accudisce da sola, posto di ricevere le consuete due o tre ore di coccole televisive la sera). Era una giornata troppo bella, e ventosissima, per spenderla al chiuso. Sono andata ad issime, con l’intenzione di prendere le racchette e farmi lo sterrato sino a Gaby, quello che corre lungo il fiume, costeggia la piccola centrale elettrica, alcune frazioni, una cava e arriva al centro sportivo di Gaby.
C’erano candeloni di ghiaccio ovunque e lo sterrato lungo il Lys verso Gaby, quello dove corro/ cammino l’estate – era invaso da una marea di neve che era ormai dura come pietra. Le racchette facevano un rumore di sega elettrica. In ogni caso la mia giacca nuova, che era in rodaggio anche lei, ha lavorato a meraviglia, mi ha tenuto caldo senza farmi sudare le proverbiali sette camicie.  Subito prima della casa lo stradello era interrotto da una massa di neve, ghiaccio, alberi terra e quant’altro. Ho pensato che l’uomo ci avesse messo le mani, in fondo non ero più stata lì dall’estate e poteva benissimo che a qualcuno fosse venuto in mente di costruire e/o fare qualcosa lungo il terreno di esondazione del Lys, non si sa mai. Invece a guardarla da vicino sembrava proprio una slavina. In ongi modo c’erano altre tracce di racchette che mi indicavano come oltrepassare l’ostacolo e così ho fatto. Da vicino era proprio una bella slavina ( e me lo anche confermato la padrona di Walser Delicatessen), che deve aver fatto molto rumore.  Ad ogni modo era una giornata perfetta, mi sono fatta un’ora e mezza di strada in totale solitudine e sono tornata in tempo per recuperare mio marito al lavoro…

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in neve, racchette da neve e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...