#Postserio

Siamo, per la seconda volta in un mese, a mollo. Non in Alessandria città, per fortuna, anche se adesso, a tarda sera di domenica, il Tanaro è proprio al filo del parapetto. Masiamo circondati dall’acqua dei fiumi. Dalla Bormida, dal solito Rio Lovassina che ormai dal 1935 allaga con regolarità i dintorni di Spinetta, dal tanaro, da rii e torrentelli che alla prima pioggia inondano i campi.

E ci sono zone dove non c’è luce, per guasti vari, o l’acqua.

Siamo fortunati, rispetto a zone, nell’Acquese e nell’Ovadese, per non parlare del crinale appenninico (da Genova guardavano con preoccupazione ai nostri accadimenti)

Ah ma da noi è tutto aperto: come faranno i docenti ad arrivare al lavoro (e tutti gli altri pendolari) con strade e autostrade a pezzi, sono cavoli loro . Tenerci all’asciutto, però, sono cavoli tuoi, caro sindaco – se metti a posto il Lovassina, per esempio, passi alla storia.

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.