Sino alla fine ecc.

Come dicevo prima, dubito che il mio matrimonio arrivi al fine settimana, perché anche una persona piena di sopportazione come me non ne può veramente più. Degli insulti, dei ” spero che tu muoia”, dei ” non ti sopporto più” , dei bastarda, cretina, decerebrata ecc. Poi mi chiede scusa, si macera nei sensi di colpa, mi riempie di regali, il che poi fa venire i sensi di colpa a me perché rimane senza soldi. ( A proposito, qualcuno mi invita per il pranzo di Natale?). In effetti, avrebbe forse bisogno di una mamma che gli faccia tutto, e all’ora che vuole lui. Avesse i soldi, basterebbe una governante, di quelle di una volta. Molto inglese, tutto considerato in linea con la sua tradizione. Quante donne italiane hanno rovinato i loro figli portando loro la colazione a letto – cosa che mia madre, grazie a Dio, non si è mai sognata di fare. Tornando alla sopportazione di prima, l’ incidente è nato perché io ho preparato la colazione, lui è arrivato al buio ( casa nostra sembra una catacomba) e ha fatto cadere la tazza da the con il filtro ( ultima cosa caduta di una lunga serie). Lui. Però è colpa mia. Che lasciò le cose sull’ orlo. Che non metto le pentole con il manico rivolto verso l’interno. (? Questa non l’ ho del tutto capita, perché bisogna essere un elefante per far rovinare giù le pentole che si trovano sulla cucina a gas. Lui fa cadere le cose e io rompo tutto ( per la mia mancanza di previsione). C’ è un passaggio logico che non capisco. Ma ormai sono molti i passaggi logici che non capisco. I suoi scoppi d’ ira in realtà ormai sono avvenuti davanti a terzi e persino Alberto gli ha detto di darsi una calmata. Ieri poi ha abbracciato il comodino, e adesso se ne andrà in giro con un occhio giallo e viola per tutte le vacanze.
In effetti, ora che siamo in periodo natalizio, e la casa di corso Borsalino è libera potrei scomparire per un po’ …

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in mariti, matrimonio, me e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.