Giasòn (che dovrebbe andare in Mandrognistan)

Ieri sera andando al cristo ho visto candele di ghiaccio precipitare dal cavalcavia…il che non è ovviamente un invito per i ghiacciatori a venire nel nostro Basso Mandrognistan, ma il ricordo di quando ghiacciava anche il Tanaro e si andava a pattinarci sopra. Mio padre lo faceva. Cosa da non fare ora, per carità, anche se dovesse trasformarsi in una lastra immobile sino a primavera. E però questo è finalmente un inverno – inverno. Cosa questo voglia dire in termini climatici generali non so, e non se ne viene mai a una

Informazioni su alpslover

camminatrice e scrittrice, insegnante e madre - di - gatto, moglie scoordinata e ricercatrice, vive nel profondo nord.
Questa voce è stata pubblicata in meteo, neve e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.